PRIMA brief presentation in Italian

PRIMA

PARTENARIATO PER LA RICERCA E L’INNOVAZIONE NELL’AREA MEDITERRANEA

FOOD SYSTEMS AND WATER RESOURCES FOR SUSTAINABLE MEDITERRANEAN SOCIETIES

SISTEMI ALIMENTARI E  RISORSE IDRICHE PER SOCIETA’ MEDITERRANEE SOSTENIBILI E INCLUSIVE

 

Il 22 dicembre 2014, nove stati membri dell’Unione Europea hanno presentato alla Commissione Europea la proposta di un programma di ricerca e innovazione congiunto, denominato PRIMA.

PRIMA prevede la definizione congiunta di attività di ricerca e innovazione nei Paesi del Mediterraneo, con il fine di sviluppare soluzioni innovative e sostenibili in materia di agricoltura, industria alimentare e uso dell’acqua, promuovendone l’applicazione da parte di comunità, imprese e cittadini.

Il partenariato coinvolge, per la prima volta in un programma così ampio e di lungo termine, Paesi membri dell’Unione Europea (Cipro, Francia, Grecia, Italia, Lussemburgo, Malta, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna) e Paesi non UE del Mediterraneo (Algeria, Egitto, Giordania, Libano, Marocco, Tunisia e Turchia). I paesi partecipanti ad oggi hanno già espresso un impegno economico pari a oltre 200 milioni di euro, che probabilmente nei prossimi mesi aumenterà,  al quale andrà aggiunto il contributo dell’UE.
Si sono dichiarati interessati al programma anche Croazia, Germania, Israele, Romania e Slovenia.

I Paesi partecipanti al programma auspicano che PRIMA possa essere attivata secondo quanto indicato dall’art. 185 TFEU, che prevede la creazione di una struttura amministrativa ad hoc in grado di lanciare bandi di ricerca finanziati da risorse assegnate dagli stati nazionali (UE e non UE)  e dalla Commissione europea. Tale soluzione consentirebbe la completa integrazione a livello scientifico, gestionale e finanziario delle politiche di ricerca nazionale sugli argomenti dell’Iniziativa, condizione indispensabile per affrontare in maniera efficace le sfide tecnologiche,  ambientali e sociali che l’agricoltura e l’industria alimentare hanno di fronte.

L’iniziativa è ora sottoposta da parte della Commissione Europea ad una procedura di valutazione del suo impatto sulla società e l’ambiente, descritta nel sito

http://ec.europa.eu/research/environment/index.cfm?pg=prima. A tale indirizzo sono disponibili anche ulteriori informazioni e materiale su PRIMA.

In questi giorni è iniziata la consultazione pubblica online, http://ec.europa.eu/research/consultations/prima/consultation_en.htm, finalizzata a ricevere le opinioni degli stakeholder in merito all’Iniziativa, che durerà fino al 24 aprile.

E’ molto importante ricevere un’ampia risposta da Università, centri di ricerca, enti pubblici e locali, imprese, NGOs e anche da parte di singoli cittadini. Ogni soggetto interessato è invitato a rispondere alla consultazione e a coinvolgere il più ampio numero possibile di soggetti attenti all’argomento.

Per questa ragione, Le sarei grato se potesse partecipare alla consultazione e contribuire alla più ampia conoscenza di essa.

 

Ringraziando dell’attenzione, il Segretariato di PRIMA resta a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione e approfondimento all’indirizzo prima@unisi.it.

 

Angelo Riccaboni

Coordinatore del Programma PRIMA

 

Link utili:

 

PRIMA: http://www.unisi.it/programma-prima

PRIMA EC:
https://ec.europa.eu/research/environment/index.cfm?pg=prima

Public Consultation: http://ec.europa.eu/research/consultations/prima/consultation_en.htm